Vai menu di sezione

Rilascio carta d'identità

La carta d'identità, in base all'età dell'interessato, ha le seguenti validità:

  • minore da 0 a 3 anni: validità 3 anni
  • minore da 3 a 18 anni: validità 5 anni
  • maggiorenni: validità 10 anni

Ai sensi dell'art. 7 D del D.L. 09.02.2012, n. 05 la data di scadenza, sui documenti rilasciati o rinnovati dopo l'entrata in vigore del D.L. citato, dovrà, inoltre, corrispondere "al giorno e mese di nascita del titolare immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento". (Tale articolo non si applica alle carte d'identità prorogate con timbro).

Proroga

Può essere sostituita a partire da 180 giorni prima della scadenza. 
Per le carte d'identità emesse dopo il 26.06.2003: viene apposto un timbro con la nuova scadenza decennale sul documento.
Viste, però, le difficoltà nel riconoscimento delle carta identità con timbro sul retro del documento da parte di molti paesi dell'Unione Europa ed altri paesi, è possibile sostituire, ai sensi della circolare n. 23 del 28.07.2010 , la carta d'identità (prorogata con timbro) con una nuova emissione valida 10 anni previo pagamento dei corrispettivi e ritiro del precedente documento in possesso dell'interessato.

Validità per l'espatrio
La carta d'identità, per i cittadini italiani, è valida per l'espatrio nei Paesi dell'Unione Europea e altri Paesi con cui l'Italia ha delle convenzioni.
Per i minori di 14 anni, in caso di espatrio, l'uso della carta d'identità è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci. In tale caso, secondo la richiesta dei genitori o chi ne fa le veci il documento è rilasciato:

  • con l'apposizione sull'ultima facciata del nome e cognome dei genitori o chi ne fa le veci, timbro e firma del Sindaco,
  • con documentazione idonea a comprovare la titolarità della podestà sul minore, come ad esempio di un estratto dell'atto di nascita con indicati la paternità e la maternità.

Nel caso in cui il minore espatria con un accompagnatore, occorre l'autorizzazione di entrambi i genitori resa, attraverso una "Dichiarazione di accompagnamento" che deve essere convalidata della Questura. 

La carta d'identità dovrà riportare la firma del titolare che abbia compiuto 12 anni, fermo restando che tale firma sarà omessa in tutti i casi di impossibilità a sottoscrivere.

Pagina pubblicata Venerdì, 31 Luglio 2015 - Ultima modifica: Giovedì, 17 Marzo 2016
torna all'inizio del contenuto