Vai menu di sezione

Autenticazione firma per passaggio proprietà di veicoli

L'autenticazione della sottoscrizione degli atti e delle dichiarazioni aventi ad oggetto l'alienazione dei beni mobili registrati e rimorchi o la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi. L'Articolo 7 D.L. n. 223 del 4 luglio 2006 convertito in legge n. 248 del 4 agosto 2006 dispone che: "L'autenticazione della sottoscrizione degli atti e delle dichiarazioni aventi ad oggetto l'alienazione dei beni mobili registrati e rimorchi o la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi può essere richiesta anche agli uffici comunali e ai titolari degli sportelli telematici dell'automobilista di cui all'articolo 2 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358, che sono tenuti a rilasciarla gratuitamente, salvo i previsti diritti di segreteria, nella stessa data della richiesta, salvo motivato diniego".

Chi può richiedere

Tutti i cittadini

Dove rivolgersi

Ufficio Anagrafe

Quanto costa

Occorre una marca da bollo ordinaria da € 16,00 più € 0,52 per diritti di segreteria, anche nel caso di più firme sullo stesso atto.

Tempi di attesa

In presenza della documentazione richiesta e compilata in ogni sua parte, l'autenticazione della firma viene effettuata immediatamente.

Come fare / Cosa fare

Per effettuare l'autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati (autoveicoli, motoveicoli o rimorchi di massa complessiva uguale o superiore a 3,5 tonnellate) il venditore deve sempre presentarsi munito del documento di proprietà del veicolo (foglio complementare o certificato di proprietà - CDP) del quale risulti intestatario. Qualora tale documento sia stato smarrito è necessario effettuare una denuncia di smarrimento alle forze dell'Ordine e richiedere un duplicato presso il Pubblico Registro Automobilistico o la Motorizzazione civile. Una volta firmato l'atto di vendita del mezzo, lo stesso deve essere trascritto al Pubblico Registro Automobilistico e alla Motorizzazione entro il termine di 60 giorni allegando i codici fiscali dell'acquirente e del venditore, la carta di circolazione e il C.D.P. (certificato di proprietà) o il foglio complementare. A questo punto verrà rilasciato un permesso per circolare valido 30 giorni, nel corso dei quali la pratica verrà perfezionata.

Comunione dei beni

Se il bene oggetto della vendita ricade in regime di comunione dei beni tra i coniugi, questi dovranno firmare entrambi la dichiarazione di vendita, anche se il loro nome non compare sul certificato di proprietà. E’ necessario che tale condizione venga segnalata al funzionario al momento dell’autentica. 
 
Beni appartenenti a società

Nel caso il bene oggetto della vendita sia intestato a società la dichiarazione dovrà essere firmata dal Legale rappresentante o da persona munita dei poteri di firma. Tale titolarità dovrà essere dimostrata al momento della richiesta di autentica mediante esibizione di una visura camerale aggiornata.

Note

Il Ministero dell'Interno ha emanato sull'argomento la circolare n. 3/2006 di data 27 ottobre 2006 avente ad oggetto "autenticazione della sottoscrizione degli atti di alienazione dei beni mobili registrati e degli atti di costituzione di garanzia degli stessi. Art. 7, decreto-legge n. 223/2006", la quale precisa che "al pubblico dipendente è attribuito unicamente il compito di accertare l'identità della persona che sottoscrive l'atto e di attestare che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza" e che "la normativa di riferimento è quella relativa all'art. 21 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445".Nel sito dell'Ufficio Provinciale ACI di Trento è possibile consultare l'elenco delle agenzie abilitate di tutta la provincia. NB: Le informazioni fornite sono volutamente ridotte al minimo, ulteriori chiarimenti ed approfondimenti possono essere richiesti all’Ufficio anagrafe.

Riferimenti normativi

Art. 7 D.L. 223/2006 convertito nella legge n. 248 del 4 agosto 2006 Art. 21 D.P.R. 445/2000

Pagina pubblicata Giovedì, 31 Marzo 2016

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto